Agosto 2021

Il mese di agosto è stato fertile di eventi, l’associazione Borgo Milies ha cercato di dare il meglio di sé incominciando il 6 agosto con il ciclo Ri-conoscere il Borgo. Dalle ore 18:00 in poi sono state offerte pizze preparate dall’hobbista pizzaiolo Renato Coppe con l’aiuto di una equipe di volontari dell’associazione. Alle 20:30 Luigina Zucchetto ha tenuto una relazione sul Borgo di Milies in Grecia, che dimostra di avere diverse parallelità storiche con il nostro Borgo.

 

Si è passati poi a domenica 8 agosto con la benedizione del Capitello sui Mas dopo gli intensi lavori di recupero. Per l’occasione si è esibita con canti liturgici e non la corale di San Liberale di Rustega di Camposampiero. Alla presenza dell’artista restauratore Mariano Donadini, maestro di Valdobbiadene, che vanta il Riconoscimento Mondiale Pantheon d’Oro Targa, e di una rilevante schiera di persone nonché del gruppo Nordic Walking di Segusino il parroco don Gabriele ha scoperto e benedetto la pala.

 

 

Il 10 agosto si è tenuta una interessante relazione geologica sul nostro territorio eseguita dal Geologo Vittore Perenzin dell’associazione Sass Ruis di Feltre.

 

 

Giovedì 12 agosto è stata la volta della serata dedicata alla scoperta del firmamento e delle stelle cadenti con il gruppo Astrofili di Vittorio Veneto. Durante le spiegazioni di Silvano e Diego di tanto in tanto si sono potute ammirare le stelle cadenti.

Domenica 29 agosto si è svolta la 5° Festa della Patata e dei prodotti locali, che fin dal mattino ha registrato una ricca presenza di pubblico, che dopo il controllo del green pass, ha potuto ammirare i prodotti artigianali e culinari esposti. Non sono mancati gli intrattenimenti per bambini. A mezzogiorno i commensali hanno potuto degustare il pranzo a base di patate preparato e servito dai volontari dell’associazione, al quale è seguita la relazione della biologa nutrizionista Sofia Ruzzetta sul tema: Valori nutrizionali della patata, formaggio vaccino e caprino. Lo show cooking dell’Osteria da Romolet e l’estrazione della Stima del peso di una patata esposta Ocio e Crose hanno messo fine all’intensa e ricca giornata.

 

 

 

11 luglio 2021 attività con i bambini

All’insegna del sole domenica 11 luglio  Arianna, Giulia ed Anita hanno offerto ai  bambini e ragazzini presenti a Milies una intenso pomeriggio di ascolto e riproduzione artistica. Dopo una passeggiatina fino a Valpiana i piccoli amici hanno potuto ascoltare la lettura della leggenda del Re Laurino e il Catinaccio e rielaborarla con creatività e fantasia su carta. Nozioni di storia e cultura del Borgo lette dai cartelli posti lungo il percorso dell’Anello del Fagheron hanno fatto da sfondo al ritorno in Piazzetta Tigli.

 

 

 

 

 

 

QR-code della pagina Sentieri e percorsi

Recentemente abbiamo creato il codice QR dei sentieri della conca di Milies, fotografandolo con il vostro telefonino potete automaticamente vedere i percorsi sullo schermo di esso e scaricarli, seguendoli poi durante i vostri cammini.

30 maggio 2021 festa del Narciso

Dopo 15 mesi di restrizioni a causa della pandemia Covid 19 il 30 maggio scorso si è vista un’apertura con i mercatini del narciso a Milies, ai quali abbiamo partecipato con la presenza del nostro banchetto. L’evento è stato un successo che ci ha fatto tanto piacere. Speriamo ora in un avvio culturale e vi diamo appuntamento al nostro festival di agosto Ri-conoscere il Borgo” e alla “Festa della patata”.

Abbellimenti floreali del Borgo

  Con le temperature miti anche gli abbellimenti floreali del Borgo sono stati rinnovati per accogliere con simpatia i numerosi visitatori.

Premiazione gioco “stima e vinci” per i visitatori del Presepe

08 dicembre 2020 – 31 gennaio 2021 Il presepe artigianale di Valpiana a Milies

Quest’anno il presepio di Valpiana, che si trova ad un’altitudine di quasi 800 m.s.l.m. e quindi è il più alto del comune di Segusino, è giunto alla sua 5° edizione.È un presepe sito all’aperto, tutte le figure di un’altezza di circa 50 cm hanno una struttura lignea e sono rivestite con abiti fatti rigorosamente e solo a mano. Gli animali sono stati segati da fogli di legno. C’è la capanna grande, dove si trova la natività accompagnata da due capanne più piccole poste a sinistra e a destra. In questa edizione, un po’ particolare per la ricorrenza numerica ma anche per la situazione pandenemica che noi tutti stiamo vivendo, abbiamo voluto rappresentare qualcosa di originale. Simbolicamente è stata ricostruita la vita di Milies fino agli anni ’50 del secolo scorso.  Un borgo dedito esclusivamente all’agricoltura, che nei mesi estivi ospitava oltre 300 persone, le quali vivevano spartanamente a stretto contatto con la natura.

Partendo da sinistra si può ammirare la meda de fen.

Tutto il territorio sotto il monte Doc era privo di alberi ed i prati venivano falciati. Il fieno si accumulava in grandi mucchi, mede de fen, che poi durante l’inverno venivano trasportati al paese per alimentare il bestiame.

Più avanti si intravede la capanna con una scena familiare e nel cortile galline, pecore e capre che pascolano.

Dopo un paesaggio silvio gli occhi trovano all’entrata della capanna della Sacra Famiglia due contadini, marito e moglie, che come guardiani danno il benvenuto ai pastori.

Alla destra si scorge al pos, il pozzo di Milies, che fino al 1939 provvedeva a fornire l’acqua agli abitanti del colmello. Dietro al pozzo un boscaiolo porta a casa la legna. Essa era l’unico mezzo per riscaldarsi e fare da mangiare tutto l’anno. Si diceva che la legna scalda sette volte, è vero: taglio delle piante, preparazione per il traino, discesa verso la mulattiera, taglio in piccoli pezzi, spaccatura, accatastamento e trasporto con i cesti al camino.

Dopo il pozzo nella capanna c’è la scena della lavorazione del latte in formaggio, al S’Cec, tipico prodotto segusinese.

Non poteva mancare un campo di patate ed un filare di viti. La patata di Milies ha radici storiche fondate nel terreno da oltre 150 anni e la vite di uva fragola, vit americana, veniva coltivata in questi posti fin da fine 1800. Una pianta originale di essa si trova in questa località, un po`più in alto.

Il centro del presepe viene dominato da un piccolo laghetto, la laguna,  dove si abbeveravano gli animali fino alla fine degli anni ’50.

Tra gli animali ci sono alcuni asini. Al mus faceva parte di ogni inventario delle famiglie ed era un essere indispensabile per far fronte alla vita quotidiana. Esso veniva usato a trasportare la legna, il fieno, il letame e gli approvvigionamenti vari. Tutte le scene sono avvolte in un bosco di abeti che stanno a simboleggiare la salubrità del microcosmo in cui si trova la borgata.

Il presepe potrà essere visto fino agli inizi del mese di febbraio 2021. Vi possiamo veramente consigliare una visita sia di giorno che di sera con le suggestive luci.

Tutti coloro che visitano il presepe possono partecipare al gioco “Stima e Vinci”. Il partecipante che riuscirà a stimare con più esattezza il numero di votanti riceverà in premio un cesto di prodotti locali tipici.

30 agosto 2020 Festa della Patata di Milies

L’ultima domenica di agosto si è svolta a Milies la quarta Festa della patata. Il tubero importato dall’America dà buoni frutti nella conca del Borgo, basti pensare che già nell’800 quassù come in tutta la zona prealpina friulana e veneta venne avviata una sperimentazione di divulgazione della patata su proposta dell’economista friulano Antonio Zanon. È merito dei pregi nutrizionali della patata se nelle zone prealpine la Pellagra non si sia diffusa in modo ampio come nella pianura veneta e lombarda.

Nell’ampio cortile si sono tenuti i mercatini dei prodotti artigianali e sotto la tettoia di legno protetta è stato servito il pranzo con menu rigorosamente a base di patate: gnocchi al ragù`, arrosto con contorno di patate al forno e fagioli all’uccelletto seguiti da dessert di tortino di patate con cornice di fantasia e caffè. Arianna ed Emilia hanno intrattenuto con un piccolo workshop i bambini presenti, dopo di ché una relazione sulla “Storia della patata” ha incuriosito tutti i presenti. Il pomeriggio è stato coronato da una dimostrazione di cucina “Come fare le mezzelune ripiene” eseguita dall’Osteria da Romolet. Come Associazione Culturale ci siamo ripromessi di incoraggiare i coltivatori di patate di Milies e desideriamo avviare la via burocratica per ricevere il certificato di denominazione comunale d’origine De.Co. 

13 agosto 2020 passeggiata notturna

Giovedì 13 agosto NaturalMenteGuide hanno percorso in notturna con un folto gruppo di persone l’Anello del Fagheron offrendo spiegazioni di flora e fauna. Durante le diverse tappe il segusinese Renato Stramare ha letto poesie da lui composte in dialetto locale. L’evento è stato accompagnato, come la sera precedente, dallo spettacolo delle stelle cadenti.

12 agosto 2020 serata astronomica

Mercoledì 12 agosto sono giunti al Borgo gli astrofili di Vittorio Veneto per spiegare e mostrare ai presenti le costellazioni in cui è suddiviso il cielo notturno terrestre, ciò è avvenuto con l’ausilio del telescopio. Dato l’evento anche il cielo, che per quasi tutta la giornata era stato dominato dalle nubi, si è aperto mostrando il meglio di sé.

9 agosto 2020 apertura sentiero “Anello del Fagheron”

Dopo quindici mesi di impegno e lavoro domenica 9 agosto è seguita l’apertura del sentiero Anello del Fagheron. Si tratta di tre tratti di sentieri riuniti: la strada vecia del Doc, la forestale della Vallina e al trodo die Mas. L’evento ha visto la partecipazione del Sindaco Gloria Paulon, del l’assessore Longo Diego, del parroco don Gabriele nonchè del gruppo giovanile di Le Nove Radis de Segusin con Luca Turchetto e del gruppo di Nordic Walking Le Aquile Bianche di Feltre. Dopo la camminata all’ostello di Saint Jory la Piccola Orchestra Veneta diretta dal maestro Giancarlo Nadai si è esibita con brani barocchi e canti di Enrico Nadai.

7 agosto 2020 presentazione libro “Al Fagheron”

Venerdì 7 agosto 2020 sono incominciati gli eventi della seconda edizione di Ri-conoscere il Borgo. Durante la serata Luigina ci ha presentato il suo ultimo libro Al Fagheron, lettura di brani  del testo sono stati intervallati da brani musicali suonati al saxsofono dal musicista russo Andrey Pletnov. Alla fine della serata il sindaco Gloria Paulon e l’assessore Diego Longo hanno presentato le cartine guida di quattro sentieri che partono o arrivano a Milies al fine di promuovere le attività podistiche del Borgo.

5 luglio 2020 incontro con i bambini e presentazione del libro di Giovanni Carraro

Domenica 5 luglio 2020 siamo stati felici di incominciare la stagione di eventi dopo la pausa sforzata a causa della pandemia. Abbiamo voluto iniziare con un pomeriggio dedicato ai bambini, che in questo lungo periodo hanno sofferto di isolamento sociale. Un nostro socio fondatore Arianna ha letto ai ragazzi una storia di folletti “Al Mafarol”, dopo trasportata dal carisma della sua professione, biologa, ha proposto un workshop dal titolo “lavoriamo con le foglie del bosco”. Provvisti di carta, colla, foglie e materiale vario i teenager si sono dati da fare realizzando dei bellissimi collage. Un applauso va a loro che hanno dimostrato interesse, partecipazione e soprattutto si sono attenuti tenacemente alle regole che il Coronvirus ci ha imposto.

La sera è stata la volta della presentazione dell’ultimo libro Prealpi FLash di Giovanni Carraro. Alla presenza di Telebelluno con A. Cecchella, di Valdo TV con C. Stramare, del sindaco di Segusino e di un buon pubblico Carraro ci ha parlato di numerose idee di escursionismo tra Segusino e Vittorio Veneto e delle nuove tecniche che ci possono aiutare a percorrere i sentieri a piedi con il GPS.

21 Febbraio scoprire gli alberi in inverno e riflessioni su possibili tracce dei Paleoveneti a Milies

Gli alunni della classe seconda accompagnati dalle loro insegnanti e da Luigina nell’ambito del progetto “A scuola….fuori da scuola”, promosso dalla scuola primaria e dall’amministrazione comunale, durante una passeggiata nei dintorni di Milies, hanno potuto osservare l’evolversi ed il cambiare della natura, in special modo degli alberi, durante il periodo invernale.

I ragazzi della quarta classe oltre alle osservazioni sulla natura hanno anche riflettuto, in base alle cognizioni acquisite precedentemente, su un possibile insediamento i passato dei Paleoveneti nel Borgo.

9 e 10 gennaio 2020 sulle tracce dei Paleoveneti con la 4° classe della scuola primaria di Segusino

Il 9 gennaio scorso nell’ambito del programma di storia della quarta classe Luigina ha tenuto una lezione in classe dal titolo „I Paleoveneti”. Gli alunni attenti hanno partecipato con molto interesse annotando in continuazione appunti e facendo appropriate domande sul tema ed immagini loro proposte. Una lode va alle insegnanti Anna e Caterina che già avevano inoltrato il tema in un precedente momento.  Il 10 gennaio è poi seguita la visita al museo civico e alla necropoli Paleoveneta di Mel. La Sig.ra Lorenza Colle ha accompagnato con molta dedizione i ragazzi e le insegnanti attraverso il museo spiegando loro la vita e l’organizzazione dei nostri antenati, che si sono stabiliti nella Val Belluna verso il 9° secolo avanti Cristo. Momenti alquanto avvincenti sono stati il workshop e la visita alla necropoli, che dista circa un chilometro dal centro di Mel.

Il Ricettario

Come associazione Culturale uno dei nostri fini è la promozione del territorio della conca di Milies, dei suoi prodotti e loro caratteristiche. Il 1° settembre 2019 è stata realizzata con successo la Festa della patata. Da attestazioni storiche questo prodotto viene coltivato nel Borgo fin dall’800 del secolo scorso. Siamo riusciti ora a fare una raccolta di ricette anche di origine antica, opera dei nostri avi, e le abbiamo messe insieme in un ricettario suddiviso in sei categorie: Antipasti, Primi, Secondi, Contorni, Dolci e Piatti Unici. Lo offriamo a chi ha interesse di averne una copia presso: Bazar in piazza a Segusino; Azienda Agricola Coppe Alessandro Via Codalunga 58, Segusino; Azienda  Agricola Coppe Fernando Siro Via San Rocco 26, Segusino; Azienda Agricola Dario e Saverio Stramare Via San Rocco 51, Segusino; Osteria da Romolet  Via dei Ciclamini 4, Milies Segusino                                                                 

Festività 2019 Presepe artigianale in Valpiana

Quest’anno, per la prima volta come associazione culturale Borgo Milies, abbiamo allestito il presepio artigianale di Valpiana, il più alto del comune di Segusino a 800 m.s.l.m. Le figure, di struttura lignea, sono state vestite con abiti di lana e cotone. Ogni parte del presepe raffigura una scena di vita quotidiana, dal preparare il cibo, alla lavorazione del latte, al portare a casa il fieno con la musalegn. Non manca nemmeno l’allevamento degli animali da cortile e pascolo. Al centro di tutte queste attività quotidiane, che da millenni si ripetono nella vita delle popolazioni c’è la natività con l’arrivo dei Re magi.

Visitando il presepe si può partecipare al gioco Stima e Vinci. Accanto ad esso c’è una cassetta contenente bigliettini, che vanno compilati scrivendo il numero di quante persone si presume visitino il presepe fino al 2 febbraio 2020. In palio ci sono due pranzi presso l’osteria Il Tiglio, due pranzi presso l’osteria da Romolet a Milies e due pizze presso la pizzeria Cupido a Segusino. Ne vale la pena di percorrere gli 800 metri di distanza dal centro del Borgo.

Buona fortuna!

1 dicembre 2019 festa di San Nicolò

Domenica 1° dicembre si è svolta a Milies la Festa di San Nicolò. Inizialmente essa si sarebbe dovuta tenere nella località di Valpiana, vicino al presepe. A causa pioggia ha avuto luogo nella struttura comunale di Saint Jory. Nonostante ciò per grandi e piccoli è stata una bella festa. I canti della Corale di San Liberale di Rustega di Camposampiero hanno allietato tutti. Nell’attesa dell’arrivo di San Nicolò i bambini hanno potuto godere del trucca bimbi, a loro sono state lette fiabe natalizie ed offerto un giochino per la vincita della casetta di Hansel und Gretel preparata artigianalmente con il pan pepato. I produttori locali sono saliti fino al Borgo per offrire i loro prodotti ai presenti: salumi vari, formaggio di capra e mucca e più ne ha più ne metta. Wurst,  biscottini natalizi, torte dolci e salate, vino brulè, succo di mela caldo e birra hanno provveduto al buon palato. Puntualmente alle 15:30 è arrivato “il Buon uomo” con un sacco pieno di leccornie e con battutine varie ha regalato momenti di allegria a tutti i partecipanti.

25 ottobre e 7 novembre 2019 Alla scoperta di Milies con la scuola primaria di Segusino

La Scuola Primaria di Segusino e l’amministrazione comunale hanno promosso un progetto intitolato “A scuola…fuori da scuola”, che prevede per gli alunni giornate di lezione non convenzionali, che si svolgono a Milies all’aperto e presso la struttura comunale Saint. Jory. Nell’ambito di questo progetto l’associazione culturale Borgo Milies ha offerto ai ragazzi delle camminate guidate e svolte da NaturalMenteGuide al fine di far conoscere loro la flora e la fauna della conca del Borgo. Il 25 ottobre Luigina ha dato il benvenuto alle classi 2° e 4° ed il 7 novembre Sandro ed Anita hanno accolto le classi 1°, 3° e 5°. Alunni ed insegnanti, alquanto interessati, hanno dimostrato una attenta partecipazione ed entusiasmo. A completare il successo della iniziativa c’è stato il contribuito di un sole splendente con un cielo azzurrissimo. È stato questo l’inizio di una collaborazione tra Scuola Primaria ed associazione, che ci proponiamo di portare avanti con altre iniziative.  Uno dei nostri obiettivi fondamentali è infatti quello di promuovere natura, prodotti e cultura del massiccio del Monte Doch-Monte Cesen. e come meglio si potrebbe raggiungere tale fine se non incominciando dai più giovani, che sono il nostro futuro!

25 ottobre 2019 finale “Cuochi di Contrada”

Nell’ambito della 115° Fiera Franca del Rosario di Segusino un gruppo dell’associazione ha preso parte alla competizione culinaria promossa dalla Proloco “Cuochi di Contrada” per la borgata di Milies. Il 20 agosto 2019 nello straordinario palcoscenico della piazzetta di Milies coronato da un sole splendente i cuochi amatori hanno preparato sulla cucina a legna il loro piatto: Cervo brasato, patate al cao de lat, funghi porcini e polenta. La pietanza è stata poi votata da una giuria composta da allievi della Dieffe, Istituto Professionale Alberghiero di Valdobbiadene. Al termine delle riprese dei piatti di tutte le altre contrade: Riva Grassa, Riva Secca, Col Lonc, San Rocco-Santa Lucia e Piazza i video sono stati messi in Facebook e Youtube da Valdo TV e sono passati quindi alla votazione del pubblico mediale. Per queste operazioni dobbiamo ringraziare Carlo Stramare, che è un appassionato cameramen. Il 21 ottobre scorso dopo i vari conteggi la borgata di Milies si era aggiudicata il terzo posto ed è entrata così tra i finalisti. La sera del 25 ottobre le tre squadre finaliste: San Rocco-Santa Lucia, Col Lonc e Milies hanno preparato i loro piatti per un pubblico di 140 persone che poi li hanno votati. La contrada di Milies si è aggiudicata il premio Struttura, vale a dire per il miglior piatto strutturato ed il 2° posto assoluto nella competizione. Per l’associazione, nata pochi mesi fa, è stato un grande successo che gratifica l’impegno dei suoi componenti e ne conferma la voglia di continuare ad andare avanti e progredire anche lungo un cammino che burocraticamente non è dei più facili.

1 settembre 2019 Festa della Patata a Milies

Domenica 1° settembre 2019 l’associazione ha voluto promuovere il prodotto per eccellenza della borgata montana di Milies: la Patata. Da generazioni la patata viene coltivata con successo in questi terreni morenici ad un’altitudine di circa 800 m.s.l.m. Questo tubero ha sfamato in passato non solo gli abitanti del Borgo ma anche di Segusino e li ha salvati, in parte, dalla grave malattia della pellagra. La patata di Milies non raggiunge grandi dimensioni, è piccolina ed asciutta e si presta sia alla preparazione di ottimi gnocchi come anche di straordinari minestroni ed insalate. Si potrebbe definire “la donnina tutto fare”.

Mentre nell’Ostello della gioventù di Saint Jory i preparativi per il pranzo fervevano si è svolta alle 10:30 nei campi limitrofi la “Cavar patate sul camp, ieri e oggi”, una dimostrazione di come il tubero una volta, con rito quasi sacrale, veniva tolto a mano dal terreno con l’aiuto della zappa e come oggi in poco tempo il trattore sbriga la faccenda.

A mezzogiorno il menu a base di patate ha colto i numerosi conviviali, che con entusiasmo hanno assaporato le pietanze. Antipasto: tortino di patate, Primo: velluto di patate, Secondo: spezzatino con patate, fagioli all’uccelletto e polenta, Dolce: torta di patate con mirtilli accompagnata dal caffè.

È seguita una relazione dal tema: Patate a Milies, prodotto di qualità a filiera corta. L’agronoma Serena Turrin con un appassionato intervento è riuscita a diffondere interesse ed amore per la patata miliesina.

L’osteria da Romolet ha offerto lo Show Cooking “impariamo a fare gli gnocchi”, al quale sono seguiti gli assaggi. I palati del pubblico hanno espresso grande accoglienza e golosità.

Dopo la premiazione della patata più grossa la musica e rilassatezza di tutti l’ha fatta da padrona. Produttori locali ed hobbisti hanno allietato il pubblico con l’esposizione dei loro prodotti.

Agosto culturale a Milies

Venerdì 9 agosto l’Associazione ha debuttato con il suo primo evento nel Borgo. La linguista Zucchetto Luigia  ha aperto le serate culturali di agosto con una relazione storica su Milies dalle origini della sua formazione fino ad oggi.

Martedì 13 agosto è stata la volta di NaturalMenteGuide con la biologa naturalista Mary che durante una camminata lungo i sentieri del Borgo ha avuto modo di scoprire, far scoprire e spiegare ai partecipanti le tracce dei veri abitanti della conca miliesina.

 Il geologo Emilio Oddone ha tenuto una succosa lezione sulla formazione del territorio il 16 agosto „leggendo“ i sassi delle case di Milies e parlando del grande potenziale di sviluppo che sta alle porte della frazione montana, un turismo geo-storico-naturalistico che con pochi incentivi porterà a frutti duraturi.

L’ultima serata, sabato 17 agosto, ha visto come protagonista lo scrittore Vincenzo Agostini che in un monologo ha presentato il suo ultimo libro, Tempo di Rododendri, un romanzo che  riabilita i valori umano-sociali purtroppo oramai in disuso. Le magiche note della violinista russa Svetlana ne hanno accompagnato il racconto.

29 giugno-1 luglio 2019 visita delegazione Saint Jory

Sabato 29 giugno, è arrivata Segusino da Saint Jory (Francia), una comitiva di 25 ragazzi dai 15 ai 18 anni ed alcuni loro accompagnatori.

Hanno alloggiato a Milies presso l’ostello Saint Jory.

L’associazione culturale Borgo Milies, su richiesta dell’amministrazione comunale, ha organizzato per la comitiva di giovani, alcune attività per le giornate di domenica 30 giugno  e lunedì 1 luglio.

Domenica i ragazzi, tutti giocatori di pallamano nelle squadre del loro paese, sono stati ospiti dell’associazione “Pallamano Oderzo” per una giornata all’insegna dello sport, del divertimento e della socializzazione.

Come da programma alle ore 10, presso il palasport di Oderzo si è dato avvio alla manifestazione. I ragazzi e le ragazze delle tre società partecipanti, Handball Saint Jory, pallamano Oderzo e pallamano Este  schierati al centro del palasport hanno ascoltato e cantato assieme ai presenti i rispettivi inni nazionali.

Per il comune di Oderzo era presente l’assessore allo sport che ha ricevuto dalla rappresentante dell’amministrazione di Sant Jory la medaglia simbolo del paese. Il presidente della società francese invece, ha donato al presidente della società ospitante, la maglia del Saint Jory Handball.

Subito dopo sono iniziati gli incontri che hanno visto giocare in successione tutte e tre le rappresentative in un clima gioioso di semplice condivisione della passione per la pallamano.

Alle tredici, terminati gli incontri la comitiva si è trasferita nelle adiacenti piscine per il pranzo ed un bagno ristoratore. La giornata si è conclusa con la visita al parco archeologico di Oderzo.

Tutta la manifestazione è stata curata dal professor Giuseppe dal Molin in sinergia con alcuni rappresentanti dell’associazione culturale Borgo Milies, tre dei quali fra cui il vicepresidente presenti anche alla manifestazione.

L’associazione culturale Borgo Milies rivolge al professor Giuseppe dal Molin, alle società Pallamano Oderzo e pallamano Este, un sentito ringraziamento per l’accoglienza, la partecipazione e la collaborazione  nell’organizzazione.

Lunedì 1 luglio alcuni componenti dell’associazione culturale Borgo Milies e un gruppo di ragazzi segusinesi hanno accompagnato la delegazione giovanile sanjorese nella facile ma allo stesso tempo panoramica e significativa camminata del giro del Poset, completata da un pic-nic all’aperto che ha rifocillato i giovani e meno giovani dalla fatica del giro. Sono state due giornate molto positive, trascorse all’insegna della collaborazione e di proficui scambi culturali.

Per la gioia di tutti le barriere linguistiche  sono presto scomparse per dare inizio ad una spontanea amicizia tra accompagnatori e teenager.

14-16 giugno 2019 Summer Fest Segusino

Dal 14 al 16 giugno 2019 la Proloco di Segusino ha organizzato la Summer Fest. Per l’occasione si è tenuto il concorso nazionale di Miss Grand Prix. L’Associazione Culturale Borgo Milies era presente nella giuria della gara per eleggere Miss Basso Feltrino 2019, alla quale hanno partecipato ragazze tra i 16 e i 19 anni in eleganti bikini moda mare.

26 maggio 2019 festa del Narciso

Il 26 maggio 2019 durante la Festa del Narciso a Milies, organizzata dalla Proloco, l’associazione culturale Borgo Milies si è presentata ufficialmente al pubblico. È stata un’occasione per rendere note le sue finalità e scopi nonchè il programma per l’anno solare in corso. Molte sono state le persone interessate ad essa, chiedendo informazioni sui fini, progetti e manifestazioni. Il contatto diretto con i visitatori è stato un piacere per noi componenti del direttivo, perché ci è stata data la possibilità di spiegare loro le nostre idee ma anche di ricevere suggerimenti e nozioni utili per la messa in atto dei nostri progetti. Durante il rinfresco erano presenti anche alcuni componenti della giunta comunale con il sindaco, Sig.ra Gloria Paulon, e i media con Valdo TV. L’associazione ringrazia tutti coloro che in qualche modo hanno contribuito al successo di questa importante giornata ben riuscita ed in particolare va un pensiero di gratitudine alla Proloco e a tutto il consiglio comunale.

L’associazione su Valdo TV

6 aprile 2019 giro del Poset

Percorso dell’anello del Poset con partenza in Località Valpiana, proseguimento lungo la strada forestale fino alle case Poset a 860m. per poi scendere a casere Miliane e proseguire fino all’Osteria “Da Romolet”, durata due ore e mezzo.